Nevralgia del trigemino
Nouvelle classification névralgie du trijumeau
Nevralgia del trigemino - Classificazione:

  • Nevralgia del trigemino

    • Tipo 1 (episodico)

    • Tipo 2 (costante)

  • Dolore neuropatico del trigemino

  • Dolore da deafferentazione del trigemino

  • Nevralgia del trigemino post-fuoco di Sant'Antonio

  • Nevralgia del trigemino da sclerosi multipla

  • Dolore facciale atipico

Nevralgia del trigemino - Diagnosi differenziale:

  • Idiopatico (95% dei casi)

  • Tumore dell'angolo pontocerebellare

    • Tumore a cellule squamose

    • meningioma

    • VIII neuroma

  • Sclerosi multipla

  • Post traumatico

  • Post-erbe

  • Post-operatorio

  • Post-radioterapia, ecc ...

Anatomie du trijumeau: Dermatomes
Nevralgia del trigemino idiopatica - Opzioni di trattamento:

  • Medicinali (Trileptal, ...)

  • Termocoagulazione gangliare di Gasser

  • Pallone cisterna ganglio di Gasser

  • Glicerolizzazione del ganglio di Gasser

  • Radiochirurgia (Range-Knife, ...)

  • Decompressione microvascolare

Nevralgia del trigemino: opzioni chirurgiche
Le opzioni chirurgiche saranno generalmente prese in considerazione in caso di fallimento del trattamento farmacologico. Tuttavia, ci sono casi in cui i farmaci forniscono un buon sollievo al paziente, ma producono troppi effetti collaterali. In queste situazioni è quindi legittimo considerare anche la chirurgia.
Névralgie du trijumeau sur sclérose en plaque: Options chirurgicales
Opzioni chirurgiche:

 

Le scelte chirurgiche saranno simili per la nevralgia del trigemino legata al coinvolgimento lesionale come la sclerosi multipla.

Nel caso della nevralgia idiopatica, il modello della compressione microvascolare apre l'alternativa più "eziologica" della decompressione.

Névralgie du trijumeau idiopathique: options chirurgicales
Névralgie du trijumeau: Rhizotomies
Rhizotomies:

 

Per rizotomia si intende una lesione volontaria delle radici trigeminali (tra il tronco cerebrale e il ganglio di Gasser). È presente una somatotopia di queste radici, che permette di qualificare l'effetto sui 3 rami del trigemino.

Quando si parla di termocoagulazione del ganglio di Gasser, si tratta infatti principalmente di rizotomie.

 
Nevralgia del trigemino: termocoagulazione del ganglio di Gasser
Termocoagulazione gangliare di Gasser:

 

Mediante una cannula inserita attraverso il forame ovale è possibile ottenere lesioni mirate delle radici che vanno al ganglio di Gasser.

L'identificazione somatotopica viene eseguita utilizzando 3 elementi:

  • La posizione dell'ago rispetto alla linea del clivus in fluoroscopia laterale

  • Stimolazione che provoca parestesie nel dermatomo corrispondente a uno dei 3 rami trigeminali

  • Vasodilatazione del dermatomo corrispondente

Una volta determinato il target, lo stesso elettrodo viene utilizzato per riscaldare l'area. risultati di perdita di sensibilità (ipoestesia).

Thermocoagulation du ganglion de Gasser
Vasodilatation en cas de thermocoagulation du ganglion de Gasser
Appareil à radiofréquences d'Elekta
Appareil à radiofréquences de Radionics
Dispositivi generatori di radiofrequenza utilizzati per termocoagulazioni del ganglio di Gasser. Il dispositivo a sinistra è prodotto da Elekta e il dispositivo a destra da Radionics.
Procedure ablative - Rischi ed effetti collaterali:

La termocoagulazione è il prototipo della procedura ablativa, ma ne fanno parte anche le tecniche di palloncino, glicerolo, radiochirurgia o rizotomia a cielo aperto e hanno essenzialmente gli stessi difetti:

  • Perdita di sensibilità . Esiste un collegamento tra la perdita di sensibilità e la durata dell'effetto. Per questo motivo, queste tecniche vengono spesso eseguite con moderazione la prima volta in modo che il paziente sia consapevole del significato di questa perdita di sensibilità. Per il 3 ° ramo del trigemino (ramo mandibolare), questo ha un impatto relativamente piccolo. Il 2 ° ramo (ramo mascellare) ha un impatto più potenziale perché la parte inferiore della cornea è innervata da questo ramo. Come regola generale, il riflesso corneale (che ha un ruolo essenziale nella protezione della cornea) è comunque preservato in caso di danno parziale a questo 2 ° ramo. Il 1 ° ramo (ramo corneale) pone molti problemi perché la maggior parte della cornea è innervata da questo ramo e il rischio di far scomparire il riflesso corneale è alto in caso di trattamento "troppo" aggressivo.

  • Anestesia dolorosa : se la perdita sensoriale è maggiore (indipendentemente dal ramo coinvolto), il cervello può interpretare questa perdita di sensibilità come dolore. Questo è lo stesso meccanismo del dolore fantasma che incontriamo ad esempio dopo un'amputazione.

 
Nevralgia del trigemino: decompressione microvascolare
Decompressione microvascolare:
Anche se il meccanismo effettivo è più complicato della semplice compressione meccanica, la compressione vascolare all'emergenza delle radici del trigemino (tronco encefalico) sembra giocare un ruolo importante nella nevralgia del trigemino "idiopatica".
L'origine della compressione è spesso
combinato (arteria e vena) come il
riassume la tabella a fianco.
Névralgie du trijumeau: Origine de la compression microvasculaire
L'operazione viene eseguita attraverso una piccola craniotomia retromastoidea.
Attraverso questo approccio, si ottiene un buon accesso all'emergenza del tronco encefalico trigemino e si può identificare l'origine della compressione.
Se non si trova una compressione convincente, è possibile eseguire una rizotomia parziale delle radici del trigemino sotto controllo visivo.
Questa vista al microscopio operatorio illustra bene la compressione dell'emergenza del nervo trigemino da parte di un'ansa dell'arteria cerebellare superiore.
Vue opératoire d'une décompression microvascualire du trijumeau